FENOMENOLOGIA DI GIUSEPPE CONTE

0 5 minuti 2 anni

Domanda: «Chi è Giuseppe Conte»? Risposta: «Un professore ordinario dell’università, divenuto – dall’oggi al domani -presidente del Consiglio (dei ministri). Dunque, un professore universitario, in primis». Domanda: «Ma chi è un professore ordinario dell’università? Esiste una tipologia unica di professore universitario»? Risposta: «Direi di no. […]

Giuseppe Rando

Per non dimenticare Dublino

0 8 minuti 2 anni

  Non abbiamo visto gatti di sorta in Irlanda – forse, se ne stanno acquattati nelle case come i loro padroni – né topi, né gechi, né mosche, né vespe, ma in cambio abbiamo ammirato, per i vasti campi, mucche e buoi di tutte le […]

Giuseppe Rando

MESSINA TRA DEGRADO E RISVEGLIO

0 5 minuti 2 anni

Nella nostra sonnacchiosa provincia, angosciata, in questi tristi frangenti, dal COVID 19, un positivo segnale di vita è venuto dalla pubblicazione presso Pungitopo di Gioiosa Marea dell’opera omnia di Maria Costa, per la saggia iniziativa dell’editore Lucio Falcone, avallata dal Comitato Direttivo del Centro Studi […]

Giuseppe Rando

DUE GRANDI POETESSE MESSINESI

0 8 minuti 2 anni

  Se si facesse uno scandaglio approfondito e quindi un attento esame dei relativi dati statici, si verificherebbe, senza dubbio, che Messina è ai primi posti, in Italia, di una virtuale classifica delle città più ricche di laureati in Lettere e/o Lingue, di associazioni culturali […]

Giuseppe Rando

Empirismo siciliano

0 2 minuti 2 anni

A un mio caro collega che mi invitava, per lettera, a soprassedere a certi comportamenti strani di una nostra collega, ho risposto di getto con una lettera in cui, come succede talvolta quando si è ispirati (o incazzati?), mi pare di avere detto in breve […]

Giuseppe Rando

MARIA DI NAZARETH TRA UMANO E DIVINO

0 6 minuti 2 anni

  In questi giorni stracolmi d’impegni e finanche di dissipazione intellettuale, non potendo giocare con i miei nipoti né passeggiare al Ringo a causa della pioggia, mi alieno riascoltando Bach o rileggendo le “Elegie Duinesi” di Rilke o lasciando che la mente vaghi sulle orme […]

Giuseppe Rando

I “figli di questo mondo” e i “figli della luce” (Luca 16, 1-8)

0 3 minuti 2 anni

  Il capitolo 16 di Luca è uno dei più inquietanti dei vangeli. Vi si racconta, dapprima (1-8) la parabola dell’amministratore disonesto, che viene tuttavia lodato dal padrone «perché aveva agito con scaltrezza». Ma quello che più colpisce è il commento finale dell’evangelista e quindi […]

Giuseppe Rando

TANTO PE CANTA’

0 3 minuti 2 anni

TANTO PE CANTÀ   Nel clima di impazzimento generale è proprio il caso di tornare a Pirandello: «Ragioniamo». E, per ragionare, non si può non partire da dati incontrovertibili: 1) «Giuseppi» Conti, prof. ordinario dell’Università (per discussi meriti “baronali”), assurto, dall’oggi al domani, all’altissima carica […]

Giuseppe Rando

INTERVISTA

0 13 minuti 2 anni

Caro Professore, da qualche tempo noi di Messinaweb vorremmo intervistarla a trecentosessanta gradi, perché intuiamo che lei abbia mille cose da dire sulla città di Messina, sulla Sicilia, sull’Italia, sull’Europa, sul Mondo insomma, ma anche sul mondo interiore di quel mistero che è l’essere umano. […]

Giuseppe Rando

ERMENEUTICA POPOLARE (CARIDDOTA) DEL VANGELO

0 3 minuti 2 anni

Per una improvvisa associazione di idee, trovandomi a leggere il Vangelo di Luca 12, 13-21, credo di avere finalmente capito una strana ammonizione che mio padre talvolta faceva, attribuendola a mio nonno Peppe, vecchio cariddoto. «Amici mei», – diceva mio padre – ricoddativillu: ‘a ‘mbunnanza […]

Giuseppe Rando